“We can be heroes… oltre la valle”, straordinario successo di Gaetano Aronica sabato scorso alla Kolymbethra

0
1081

“We can be heroes… oltre la valle”, straordinario successo di Gaetano Aronica sabato scorso alla Kolymbethra

E’ andato in scena sabato alla Kolymbethra, nell’ambito delle serate FAI, l’attesissimo spettacolo di Gaetano Aronica “We can be heroes… oltre la valle”.
Prima dell’esibizione, è stata offerta agli ospiti una degustazione di buon vino e prodotti biologici locali.
La serata, presentata da Angelo Palermo, ha avuto inizio col saluto del Presidente Regionale FAI Giuseppe Taibi e della presidente del FAI GIOVANI Veronica Vella, seguiti dal Concerto Duo Ottocorde del soprano Alessandra Micheletti e della chitarra classica di Fabrizio Graceffa.
Gaetano Aronica entra in scena con le parole di Pier Paolo Pasolini, il primo degli eroi della storia, per poi aprirsi al suo affezionato pubblico, raccontandosi in aneddoti di vita familiare, protagonisti, da un lontano palcoscenico, la sua bellissima e dolcissima madre e lo stimatissimo Professore Tito Aronica, suo padre. Prosegue il cammino attraverso la valle, con la storia dei suoi eroi, da Aldo Moro a Paolo Borsellino, incontrando, uno per uno, i personaggi straordinari da lui interpretati nel grande cinema italiano.
La serata è stata segnata da un crescendo di emozioni, dalle risate piene di affetto strappate al pubblico con i racconti semiseri di un inedito Gaetano Aronica adolescente con le aspettative della sua generazione, agli intensi momenti di pathos, come quello regalato al pubblico dalla bravissima Silvia Frenda, che ha interpretato la vedova Schifani.
Aronica ha portato sul palcoscenico, nella cornice naturale dell’antico giardino della Kolymbethra e del tempio di Castore e Polluce, un copione inedito, scritto con l’amore dell’agrigentino che è partito, ma in realtà non se n’è mai andato, e raccontato con la naturalezza e la confidenza di chi si rivolge ad un familiare gruppo di amici.
Testi di Alessandra Caruso

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here