“Una variazione di Kafka” di Adriano Sofri. L’intervento di Fausto D’Alessandro “soterico, taumaturgico, lisergico, psichedelico”.



“Sono stato richiesto (da Camillo Bosio) senza preavviso e prima del caffè, di ben quattro predicati definitori del maestro Fausto D’Alessandro, il quale, è risaputo, trascende ogni risorsa aggettivale, per quanto munita ed esercitata. Così, senza pretesa di voler strafare, la mia proposta, necessariamente approssimata per difetto, è la seguente: soterico, taumaturgico, lisergico, psichedelico”. Giandomenico Vivacqua