Palermo: la Fontana delle Vergogne

Il nome reale è Fontana Pretoria, ma i siciliani la chiamano Fontana della Vergogna a causa della nudità delle statue che la compongono.
La fontana ruota attorno ad un bacino centrale circondato da quattro ponti di scalinate e da un recinto di balaustre, l’elevazione piramidale è costituita da tre vasche coassiali da cui prende l’avvio il gioco d’acqua, elemento versato dalla sommità da un Bacco, nella rimodulazione palermitana identificato col Genio di Palermo.
Il primo ordine dietro la cancellata è delimitato esternamente da una gradinata circolare e dalla balaustra interrotta da quattro varchi corrispondenti alle quattro rampe di scale balaustrate formate da nove gradini ciascuna, rampe disposte su assi ortogonali tra loro.I varchi d’accesso esterni e le balaustre, a inizio e fine rampe, presentano coppie di personaggi mitologici o figure allegoriche collocate su piedistalli.
Immagini e audio di Silvia Licata