“Maddalusa”



“Maddalusa…la foce dell’Akragas, un sito estremamente inquinato da liquami e plastica, sottoposto a forte pressione antropica e quindi estremamente degradato…. Eppure la natura resiste all’ingiuria e alla violenza dell’uomo e durante il corso delle stagioni si avvistano molte specie ornitiche … dal fenicottero all’airone, dalla folaga alla marzaiola, dal martin pescatore al voltapietre (guardate bene con che vigore le volta), dalla gallinella d’acqua alla rara moretta tabaccata. Un luogo che andrebbe ripulito, sistemato e messo a disposizione di tutti. Occorrerebbe bloccare definitivamente l’afflusso di liquami, impedire il deposito di rifiuti, vietare l’accesso con mezzi a motore all’interno dell’area della foce, interdire qualsiasi tipo di pesca e costruire dei corridoi coperti per poter osservare e ritrarre tutte le specie ornitiche, in questo modo le presenze animali si decuplicherebbero. L’impianto potrebbe essere gestito da una cooperativa di giovani che si guadagnerebbero da vivere . E’ cosi’ difficile realizzare questo?” Antonio Vanadia