La notte sacra dei cori. Evento unico nel suo genere quello che si è tenuto nel cuore della città di Gela, un potpourri di musica e storia, che ha visto protagonisti ben quattro cori polifonici che si sono esibiti in diverse chiese del centro storico gelese. Di Lavinia Napoli

0



La notte sacra dei cori. Evento unico nel suo genere quello che si è tenuto nel cuore della città di Gela, un potpourri di musica e storia, che ha visto protagonisti ben quattro cori polifonici che si sono esibiti in diverse chiese del centro storico gelese. Di Lavinia Napoli
L’evento ha previsto dunque un concerto itinerante ed ha preso appunto il nome di Notte Sacra dei Cori.
Abbiamo incontrato uno degli organizzatori della manifestazione, il Sig. Giacomo Giurato, che ci ha parlato della iniziativa piena di cultura e amore per le note musicali.
I cori che hanno preso parte all’evento: il Coro polifonico Perfetta Letizia di Gela, guidati dal maestro Melissa Minardi; l’Associazione musicale Gaspare Lo Nigro di Canicattì, diretti dal Maestro Carmelo Mantione; il Coro Mater Dei di Ispica, guidati dal Maestro Carmela Avola ed infine la Schola cantorum V. Majorana di Licata, diretti dal Maestro Gaetano Torregrossa.
I gruppi musicali si sono esibiti separatamente nelle chiese di Sant’Agostino, San Francesco d’Assisi, del Carmine, S.S del Rosario e di Santa Maria Assunta; ed infine i 150 coristi, uniti tutti insieme, nella scalinata della chiesa madre, hanno entusiasmato ed emozionato il numeroso pubblico cantando all’unisono il Va, pensiero , che, ricordiamo, è uno dei cori più noti della storia dell’opera, collocato nella parte terza del Nabucco, autore Giuseppe Verdi (1842).

Giacomo Giurato, Giacomo Giurato, organizzatore, Notte Sacra dei Cori, lavinia napoli, gela

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here