Isolamenti viari Ag-Pa, Ag-Cl, ascoltiamo Di Ventura e Provvidenza



Ieri, 19 gennaio, presso l’ex Collegio dei Padri Filippini di via Atenea ad Agrigento, per iniziativa del sindaco Lillo Firetto, si sono incontrati una trentina di sindaci delle province di Agrigento, Caltanissetta e Palermo per un’intervento congiunto in relazione alla necessità di assicurare il rapido completamento delle grandi infrastrutture stradali delle SS, 640 e 189
Ascoltiamo Ettore Di Ventura, Sindaco di Canicattì e Alfonso Provvidenza Sindaco di Grotte
***
Documento finale
SINDACI RIUNITI AD AG CHIEDONO INTERVENTI PER LE ss. 189 e 640
Agrigento, 19 gennaio – Trenta sindaci delle provincie di Agrigento, Caltanissetta e Palermo, hanno firmato un Documento col quale chiedono un incontro urgente con il ministro delle Infrastrutture, Danilo Toninelli,
preoccupati che la sospensione dei lavori sulle strade statali 640 e 189 (Agrigento – Caltanissetta e Agrigento – Palermo) a causa della crisi della Cmc, l’impresa che ha in appalto le opere, lasci di fatto nell’isolamento
viario un bacino popolato da oltre due milioni di persone. Il Documento è stato sottoscritto questa mattina, ad Agrigento, al termine di un incontro promosso dal sindaco Lillo Firetto; un Documento nel quale i sindaci
ribadiscono la necessità di adottare misure straordinarie per riuscire ad ottenere il completamento delle opere. All’incontro erano presenti molti dei sindaci del palermitano i cui territori “toccano” la Agrigento-Palermo:
Anna Maria Traina, vice sindaco di Castronovo di Sicilia;
Luciano Marino, sindaco di Lercara Friddi; Gaetano Grassedonia, sindaco di Bolognetta; Rosaria Giordano, sindaco di Roccapalumba; Antonio Miceli, primo cittadino di Vicari, Nicolò Granà sindaco di Palazzo Adriano. Nutrita anche la schiera dei sindaci della provincia di Caltanissetta; presente l’assessore
ai Lavori Pubblici del capoluogo nisseno, Giuseppe Tumminelli, Rino Pitanza, sindaco di Campofranco; Alessandro Plumeri sindaco di Villalba e Antonio Fiaccato, sindaco di Santa Caterina Villarmosa.
Presenti per la provincia di Agrigento: Silvio Cuffaro (Raffadali), Biagio Lupo (vice sindaco di San Giovanni Gemini), Mimmo Gueli (Sant’Elisabetta), Giuseppe Pendolino (Aragona), Alfonso Provvidenza (Grotte), Ettore Di Ventura (Canicattì), Vincenzo Giambrone (Cammarata) Angelo Tirrito (Sant’Angelo Muxaro) oltre naturalmente al sindaco e vice sindaco di Agrigento, Lillo Firetto ed Elisa Virone. In totale sono trenta, i sindaci che hanno dato l’adesione all’iniziativa e che hanno sottoscritto il Documento, primi firmatari i sindaci di Agrigento, Lillo Firetto e di Caltanissetta, Giovanni Ruvolo con richiesta di incontro al ministro delle Infrastrutture, Danilo Toninelli. Stamane erano presenti anche diversi rappresentanti di imprese aderenti al Comitato Creditori CMC che hanno lanciato il grido d’allarme sulle gravissime ripercussioni economiche che si stanno avendo sul territorio a causa della crisi finanziaria della CMC.