“CANICATTI’ IN 138 PILLOLE” Di Lavinia Napoli

0
2590

“CANICATTI’ IN 138 PILLOLE” Di Lavinia Napoli
Nel salone di rappresentanza del Comune di Canicattì, mercoledì 21 marzo, è stata presentata, ad un pubblico numeroso ed attento, “Canicattì in 138 pillole” l’ultima fatica letteraria del Preside Gaetano Augello.
“Canicattì in 138 pillole” è una variegata, composita raccolta di saggi che permette una conoscenza a 360 gradi del microcosmo Canicattì nei suoi elementi storico-economici, etnici e linguistici ed è il frutto di anni di indagine su documenti archivistici e fonti bibliografiche.
Sono intervenuti i rappresentanti dell’amministrazione comunale con il Sindaco Ettore Di Ventura che, salutati gli intervenuti, ha espresso il suo apprezzamento per l’opera divulgativa del Prof. Augello.
Erano inoltre presenti al tavolo dei relatori il Presidente dell’Unitre Prof. Giuseppe Lauricella, il Prof. Salvatore Vaiana ed il prof. Giovanni Tesè; ha moderato il giornalista Salvatore Picone.
Particolarmente interessante l’intervento del Professore Vaiana, docente del locale Istituto Tecnico “G.Galilei”, che ha curato il saggio introduttivo dell’opera con un sapiente intervento sul valore dell’identità comunitaria vittima di una vorace globalizzazione che annulla ogni caratteristica propria di ogni singola realtà locale. L’opera di Augello permette al lettore di potersi riappropriare di tutto quel patrimonio culturale comunitario che sembrava irrimediabilmente perduto.
Il prof. Vaiana suggerisce al lettore tre percorsi di lettura dell’opera, a seconda degli interessi e delle curiosità di ciascuno. Il primo percorso ,che affronta il tema del linguaggio locale e delle sue tradizioni etniche; un secondo itinerario si dipana attraverso la storia della cittadina e delle sue istituzioni: Chiesa , potere feudale , gruppi sociali, ricca borghesia locale e classi popolari. Nel terzo itinerario consigliato, si può porre attenzione al fenomeno delle varie forme di associazionismo e quello delle lotte popolari.
Altro intervento particolarmente apprezzato e’ stato quello del Prof. Tesè che ha posto la sua attenzione su alcuni tra i tanti e svariati saggi del volume, spaziando dagli eventi storici più antichi ai fatti più recenti, che hanno fatto balzare la comunità canicattinese agli onori della cronaca. Sono stati inoltre evidenziate alcune figure di personaggi minori, sconosciuti alla stragrande maggioranza dei canicattinesi, che, grazie alla sapiente opera di ricerca dell’autore, godranno dell’immortalità per essere stati recuperati dall’oblio dei tempi come la Pintalora o masciu Marsioni Liuni.
Giunti alla fine degli interventi, la parola è passata all’Autore che, dopo aver ringraziato i relatori e gli intervenuti, ha ulteriormente intrattenuto il pubblico con la sua cultura, con la sua consueta arguzia e l’immancabile garbata ironia.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here