8 marzo, di Roberta Zicari



La Giornata internazionale dei diritti della donna ricorre l’8 marzo di ogni anno per ricordare sia le conquiste sociali, economiche e politiche, sia le discriminazioni e le violenze di cui le donne sono state e sono ancora oggetto in molte parti del mondo.
Fino agli anni Settanta la Festa della donna si festeggiò quasi esclusivamente nei paesi dell’Unione Sovietica e in Cina. Il 1975 fu dichiarato “Anno internazionale delle donne”, e le Nazioni Unite invitarono tutti i paesi membri a celebrare la ricorrenza dell’8 marzo. Due anni dopo, con una risoluzione ufficiale, l’ONU istituzionalizzò la festività.
Una giornata di riflessione e di impegno sul ruolo della donna all’interno della società. Su quanto è stato fatto e quanto ancora c’è da fare per raggiungere, nel 2030, l’obiettivo 5 delle Nazioni Unite per uno sviluppo sostenibile: raggiungere l’uguaglianza di genere e l’autodeterminazione di tutte le donne e ragazze.